Attualità
NOVITA'

Dal 30 dicembre al 2 gennaio il teatro Mascagni ospiterà l’edizione invernale del Popiglio Django Festival

Sul palco Angelo Debarre Trio, Maurizio Geri Swingtet e Claudia Tellini, Max Manfredi e Alice Nappi, Stefano Cocco Cantini & Fabio Zeppetella. In programma anche corsi di canto e chitarra e masterclass di chitarra e sassofono

Dal 30 dicembre al 2 gennaio il teatro Mascagni ospiterà l’edizione invernale del Popiglio Django Festival
Attualità Montagna, 02 Dicembre 2021 ore 11:12

Quest’anno il Popiglio Django Festival raddoppia: la rassegna musicale internazionale dedicata alla chitarra si prepara ad animare la Montagna pistoiese con un’edizione invernale, in programma dal 30 dicembre al 2 gennaio, che si terrà, come di consueto, al teatro Mascagni di Popiglio. L’evento, diretto dal musicista Maurizio Geri, è realizzato con la collaborazione del Comune di San Marcello Piteglio e il patrocinio della Regione Toscana e della Provincia di Pistoia.

Il programma della manifestazione affianca ai concerti una serie di attività didattiche pensate sia per i musicisti principianti (corsi) sia per chi desidera perfezionarsi (masterclass).

La manifestazione che si svolgerà a Popiglio sarà il naturale proseguimento del Django Festival che avrà luogo a Pennabilli, in Emilia Romagna, dal 27 al 29 dicembre: insieme costituiranno idealmente un’unica manifestazione.

L'assessore Sobrero

“Tutto è possibile quando ci sono contenuti e impegno, le cose funzionano – commenta l’assessore alla Cultura, Alice Sobrero –. È il caso di un festival che si sta svolgendo sulla nostra Montagna ormai da quattro anni e che coinvolge strutture alberghiere e indotto limitrofo, portando turismo di qualità e artisti internazionali. Stiamo parlando del Popiglio Django Festival, una rassegna musicale voluta dalla nostra amministrazione in accordo con il musicista artista Maurizio Geri che rilancia il nostro territorio in ambiti extra-regionali ed addirittura europei. Uno dei pochi festival italiani (vi basta una mano per contarli) dedicati alla figura del chitarrista zingaro Django Reinhardt, figura di spicco dello swing del ‘900 in tutto il mondo; naturalizzato francese, aprì la strada ad un sentire jazzistico tutto europeo nei confronti dei colossi d’oltreoceano come Benny Goodman, Charlie Christian, Duke Ellingnton (Django fu invitato a suonare negli States proprio da Duke), fondando intorno al 1930 il Quintetto du hot club de France insieme al violinista di origine italiana Stephan Grappelli. È difficile trovare un posto auto a Popiglio – prosegue l’assessore – lo sanno tutti coloro che hanno partecipato alle passate edizioni, è una perla che va conquistata a suon di prenotazioni ed un minimo di impegno, perché, come tutte le cose belle, va corteggiata. Lo sanno gli appassionati che arrivano per l’occasione da ogni parte d’Italia, cominciano a saperlo anche gli stessi abitanti della zona, incuriositi dalla manifestazione; l’edizione invernale, dal 30 dicembre al 2 gennaio, sarà fra l’altro presentata in collaborazione con il festival di Pennabilli (RM) che aprirà la programmazione il 27 dicembre per concludere la “settimana bianca” dello swing proprio al teatro Mascagni di Popiglio il 2 gennaio. Ben venga, dunque, la volontà di condivisione che ha portato i due comuni appenninici ad unirsi in questo percorso nel segno della buona musica, nonostante le mille difficoltà legate al periodo, con la volontà e l’impegno di andare avanti facendo squadra, cosa che non succede nelle grandi metropoli. Insomma, a volte le cose belle le troviamo nelle piccole realtà come la nostra e come per incanto viviamo esperienze piene di magia”.

I concerti

Angelo Debarre Trio salirà sul palco giovedì 30 dicembre alle 21.15 inaugurando questa edizione invernale del festival.

Venerdì 31 dicembre alle 22.00 toccherà al Maurizio Geri Swingtet accompagnato da Claudia Tellini.

Sabato 1° gennaio doppia esibizione: alle 21.15 Max Manfredi con Alice Nappi, alle 22.00 Stefano Cocco Cantini & Fabio Zeppetella.

Domenica 2 gennaio alle 16.00, invece, a chiudere la rassegna sarà l’esibizione degli allievi dei corsi, con jam session finale.

 

Corsi e masterclass

Sono in programma due corsi principali, della durata di dodici ore ciascuno. Dario Napoli terrà il corso di chitarra swing-manouche mentre Claudia Tellini si occuperà del corso di canto.

Le masterclass, della durata di due ore, saranno tenute dai musicisti Angelo Debarre (chitarra), Dario Napoli (chitarra), Fabio Zeppetella (chitarra) e Stefano Cocco Cantini (sassofono).

Ecco il calendario delle attività.

Giovedì 30 dicembre dalle 15.00 alle 17.00 è in programma la masterclass con Angelo Debarre mentre dalle 15.00 alle 18.00 si terrà il corso di canto con Claudia Tellini.

Venerdì 31 dicembre dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00 si terrà il corso di chitarra con Dario Napoli, mentre dalle 10.00 alle 13.00 si terrà il corso di canto con Claudia Tellini.

Sabato 1° gennaio dalle 11.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00 torna il corso di chitarra con Dario Napoli, dalle 15.00 alle 18.00 ci sarà il corso di canto con Claudia Tellini mentre dalle 15.00 alle 17.00 è in programma la masterclass con Fabio Zeppetella e Stefano Cocco Cantini.

Domenica 2 gennaio, infine, dalle 10.00 alle 12.00 si terrà il laboratorio d’autore con Max Manfredi e, dalle 10.00 alle 13.00, le prove dei corsisti di canto e chitarra.

 

L’idea

Nato nel 2017 da un’idea di Maurizio Geri, il festival, dedicato alla figura del musicista zingaro francese Django Reinhardt, vuole essere sinonimo di qualità, comunione fra culture diverse, sublimazione artistica, coinvolgimento emotivo e compartecipazione. Ad animarne i contenuti e le proposte è il rapporto dialettico fra ricerca e sperimentazione. La prima scava necessariamente nel passato e nelle tradizioni, punti di partenza indispensabili ed elementi di studio e riflessione. La seconda, invece, parte dalla conoscenza delle proprie origini, in quel processo identitario con cui ogni artista deve necessariamente confrontarsi per avere un rapporto chiaro prima con sé stesso e quindi con il pubblico.

Per informazioni o prenotazioni è possibile contattare la biblioteca comunale Bellucci al numero 0573 621289 o all’indirizzo email cultura@comunesanmarcellopiteglio.it. Per saperne di più su corsi e masterclass o iscriversi, invece, il numero da chiamare è il 347 6544057.