Attualità
CRONACA

Da Pistoia è iniziato il tour di presentazione in Toscana del documento di Possibile " La scuola salva il Mondo"

Le presentazioni, che hanno visto la partecipazione di tanti rappresentanti del mondo della scuola e delle forze politiche locali, oltre che di cittadini interessati al tema, sono state organizzate dai comitati territoriali del partito fondato da Pippo Civati

Attualità Pistoia, 14 Ottobre 2021 ore 15:30

Venerdì 8 ottobre da Pistoia ha preso il via in Toscana il tour di presentazioni del documento-manifesto di Possibile "La scuola salva il mondo" con la presenza di Eulalia Grillo, responsabile del settore Scuola nel Comitato Scientifico di Possibile e Coordinatrice del Comitato nazionale di Possibile "Alla base la scuola".

Le presentazioni, che hanno visto la partecipazione di tanti rappresentanti del mondo della scuola e delle forze politiche locali, oltre che di cittadini interessati al tema, sono state organizzate dai comitati territoriali del partito fondato da Pippo Civati: "Articolo 3 Possibile Pistoia" l'8 Ottobre, presso la Fondazione "Luigi Tronci, il Comitato "Empoli Valdelsa", a Fucecchio, Sabato 9, nella sala della Fondazione "I care", "Prato Possibile" la mattina di Domenica 10 al circolo Arci "San Paolo" e nel pomeriggio il Comitato "Piero Calamandrei" di Firenze, alla Casa del Popolo "Le Panche".

Le presentazioni

"Con La scuola salva il mondo, un documento di oltre 80 pagine che della Scuola tocca tutti gli aspetti, dall'asilo nido all'università - hanno dichiarato i portavoce dei Comitati- vogliamo far partire la discussione e non possiamo perdere altro tempo, perché la scuola di oggi determinerà l'Italia di domani". Ai quattro eventi hanno partecipato in gran numero e con interventi degni di rilievo sia docenti, studenti e dirigenti scolastici, sia rappresentanti dell'associazionismo e delle forze politiche".

Nessuno può dirsi estraneo alla discussione sulla scuola italiana - ha dichiarato Eulalia Grillo nelle sue introduzioni- perché le questioni da affrontare e da risolvere influenzano il pensiero delle persone su temi importanti della nostra vita. Per questo vogliamo far partire la discussione, per questo abbiamo preparato un documento ricco di spunti e non vogliamo perdere altro tempo: perché la scuola di oggi determinerà l’Italia di domani.

Il nostro scopo - ha ribadito Eulalia Grillo nel corso di ogni evento- non è quello di presentare un documento a scatola chiusa, ma di metterlo a disposizione di tutti, presentarlo, discuterlo, migliorarlo, condividerlo e perfino criticarlo, se necessario. Il nostro intento è che la scuola ritorni una priorità reale della politica nazionale e locale. Lo abbiamo visto negli ultimi due anni: modificare anche solo leggermente le consuetudini scolastiche ha un impatto enorme sulle vite di tutti e vivere costantemente nell’emergenza (di aule, di docenti, di personale, di strumentazione) non è più accettabile”.

La Scuola Salva il Mondo è l’unico documento organico ed esaustivo sulla Scuola italiana - come si afferma nelle locandine e nelle descrizioni dei quattro eventi- che sia stato elaborato (ma la novità consiste anche nella modalità collegiale della stesura) da un partito politico da oltre venti anni. La Scuola da troppi anni non è più una priorità del nostro Paese. Eppure la pandemia ci ha mostrato chiaramente come la scuola sia centrale nella nostra società e nella vita di tutte le famiglie e come l’educazione sia alla base dei comportamenti civili.