Attualità
l'emergenza

Confcommercio sul Mercato dei Fiori di Pescia: "Più passa il tempo e aumenta il rischio della perdita"

Confcommercio alza la voce in merito al futuro a forte rischio per il Mefit di Pescia: si attendono risposte dagli enti pubblici.

Confcommercio sul Mercato dei Fiori di Pescia: "Più passa il tempo e aumenta il rischio della perdita"
Attualità Valdinievole, 03 Marzo 2022 ore 16:12

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa diffuso da Confcommercio Pistoia Prato in merito alla situazione di stallo del proprio futuro che sta vivendo il Mercato dei Fiori di Pescia.

Mercato dei Fiori di Pescia, nuovo affondo di Confcommercio

Confcommercio riaccende i riflettori sul Mercato dei Fiori: più tempo passa senza una soluzione e più  aumenta il rischio per il territorio di perdere uno dei suoi punti nevralgici. È questo l’allarme lanciato  dall’Associazione che, dopo meno di due mesi, torna nuovamente sull’argomento chiedendo alla Regione  di reperire le risorse necessarie a mettere a norma l’immobile che, altrimenti, a partire dal 22 Giugno  2022 sarà dichiarato inagibile.

“Non possiamo perdere una delle realtà più identificative della tradizione e della vita locale dove trovano sede circa 600 operatori fra commercianti e produttori agricoli – dichiara Confcommercio. Sarebbe  drammatico per la città e per la sua economia. Ci rivolgiamo nuovamente anche all’Amministrazione  Comunale, proprietaria per l’immobile: mancano soltanto tre mesi a Giugno, le imprese del Mercato e, in  generale, quelle della città, non possono aspettare ancora per avere risposte.

Il mercato dei fiori è un bacino importante non solo per le aziende floricole di Pescia e dei comuni limitrofi, ma anche per tutte le attività fuori provincia, rappresentando una base logistica indispensabile  per un gran numero di imprese esterne. Siamo perplessi dal ritardo con cui fin dall’inizio è stata  affrontata la questione dall’amministrazione comunale e chiediamo con urgenza un intervento che, anche con l’aiuto della Regione, possa portare a una risoluzione diversa da quella temuta.”

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter