Attualità
la proposta

La Capitale Toscana dello Sport 2022 ad Abetone Cutigliano, se ne torna a parlare col consigliere Diego Petrucci

Si torna a parlare di Abetone Cutigliano come Capitale Toscana dello Sport 2022: una proposta portata avanti dal consigliere regionale di Fratelli d'Italia Diego Petrucci.

La Capitale Toscana dello Sport 2022 ad Abetone Cutigliano, se ne torna a parlare col consigliere Diego Petrucci
Attualità Montagna, 10 Novembre 2021 ore 15:37

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa diffuso dal consigliere regionale di Fratelli d'Italia, Diego Petrucci, in merito alla candidatura di Abetone Cutigliano come capitale toscana dello sport 2022: il momento si avvicina e se ne torna a parlare.

Abetone Cutigliano Capitale Toscana dello Sport 2022, se ne torna a parlare

“Sono protocollate due proposte di legge di cui sono primo firmatario ed altre due proposte della Giunta toscana che prevedono la capitale toscana dello Sport e la capitale toscana della Cultura, ogni anno sarà stilato un bando per selezionare quale città della regione potrà fregiarsi di questo titolo. Per il 2022 le varie proposte prevedono l’assegnazione diretta a Volterra del titolo di capitale toscana della Cultura e ad Abetone-Cutigliano del riconoscimento di capitale toscana dello Sport. Nel 2022 ricorre il 70.mo anniversario dalla vittoria olimpica di Zeno Colò, campione dell'Abetone, in discesa libera, l’unico italiano ad aver vinto la medaglia d’oro alle Olimpiadi in discesa libera. Il riconoscimento per Abetone-Cutigliano rappresenta anche un segno di ripartenza per l'intera montagna pistoiese, un ristoro per gli ultimi due inverni che sono stati tragici con la montagna chiusa. Mi auguro che le varie proposte nelle prossime settimane diventino legge e si possa avviare un percorso condiviso e interessante” dichiara il Consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Diego Petrucci.

“La nostra montagna è stata teatro della storia dello sport italiano: da Zeno Colò a Vittorio Chierroni, a Celina Seghi, senza dimenticare giganti come Fausto Coppi e Kobe Bryant; la valanga azzurra era di stanza ad Abetone tanto che ha visto la luce il Museo dello Sci. La montagna sempre meglio e sempre più si coniuga con lo sport: il trekking e lo sci, la bicicletta, ma anche le tante squadre giovanili dal calcio, al basket (con i Camp di Gek Galanda), alla pallavolo, la scherma e il judo, che in questi anni hanno scelto il nostro Appennino per fare i propri ritiri. E poi ricordiamoci come Abetone Cutigliano ospiti grandi eventi sportivi a livello internazionale come la Ultra Marathon Pistoia Abetone e il “Pinocchio sugli sci”, da dove sono poi passati i più grandi campioni” ricorda Petrucci.