Attualità
I finanziamenti

Buone notizie per la Procivi Arci di Chiesina Uzzanese

Un contributo economico per l'associazione

Buone notizie per la Procivi Arci di Chiesina Uzzanese
Attualità Valdinievole, 06 Giugno 2022 ore 13:00

Due lettere arrivate nell’ultima settimana hanno portato buone notizie alla Prociv Arci di Chiesina Uzzanese.

La prima riguarda il bando “Mettiamoci in moto!” promosso dalla Fondazione Caript con il quale sostiene le associazioni di volontariato nell’acquisto o nella manutenzione straordinaria di ambulanze o altri automezzi per il trasporto sanitario e i servizi socioassistenziali.

I risultati del bando 2022 hanno visto vincitori 19 progetti presentati dalle associazioni del territorio pistoiese. In totale le risorse assicurate ammontano a 320.700 euro, suddivise nei due settori previsti dal bando: il settore salute pubblica (con 6 progetti premiati, per un importo complessivo di 153mila euro) e il settore volontariato, filantropia e beneficenza (con 13 progetti premiati, per un totale di 167.700 euro).
Tra i progetti vincitori anche “No alle intimidazioni, no alla violenza, sì al volontariato. Sì al nostro Pick-up!!!” presentato dalla Protezione Civile di Chiesina Uzzanese.
Il contributo concesso dalla Fondazione servirà, come ben esplicitato nel titolo del progetto, per riacquistare un nuovo mezzo d’emergenza da parte della Prociv di Chiesina Uzzanese dopo l’atto vandalico dello scorso 30 gennaio in cui è stato distrutto uno dei loro più nuovi pick-up.
«L’aiuto che ci arriva dalla Fondazione Caript, che ringrazio a nome di tutti i volontari, per noi è fondamentale perché ci permetterà in futuro di riacquistare un mezzo - ha spiegato Ivano Lucchesi, presidente della Prociv sezione di Chiesina Uzzanese - dico in futuro perché al momento non siamo in grado di sostenere le spese previste dal cofinanziamento. Abbiamo tempo fino al termine del 2022 per poter acquistare il mezzo, per cui servono circa 27 mila euro, e ottenere così il finanziamento da 13 mila previsto dal progetto. Speriamo di poter reperire i soldi necessari per l’acquisto del pick-up, ma ad oggi è davvero difficile pensare che ci riusciremo viste le tante spese che abbiamo mensilmente per portare avanti il Centro Alimentare Solidale e le tante altre attività che svolgiamo.
Per portare avanti questo e gli altri progetti, come ad esempio le missioni umanitarie in Ucraina, serve l’aiuto di tutti. Coloro che volessero aiutare economicamente la nostra associazione possono effettuare un bonifico sul conto corrente intestato alla Prociv-Arci di Chiesina Uzzanese: IT12E0306967
684510746106291».
La seconda lettera arrivata alla Prociv di Chiesina Uzzanese, invece, era di tutt’altra natura. Si trattava dell’invito per il presidente Lucchesi a partecipare all’udienza con Papa Francesco in occasione dell’incontro del Pontefice con le volontarie e i volontari di Protezione Civile provenienti da tutta Italia. Oltre 400 volontari lunedì 23 maggio sono giunti nella Sala Clementina per incontrare il Papa.
«Grazie per quello che avete fatto e che continuate a fare nel silenzio. Il bene non fa rumore ma costruisce il mondo» con queste parole di Papa Francesco si può riassumere in breve il messaggio rivolto ai volontari presenti.
«È stato un incontro davvero emozionante, non mi aspettavo di essere selezionato dall’Ufficio della Protezione civile della Toscana per partecipare a questo importante evento. Per me si trattava del primo incontro con il Papa, è stato molto bello ascoltare le sue parole, e anche quelle del capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio che ha brevemente illustrato il nostro operato, poter salutare di persona il Pontefice, stringerli la mano», ha raccontato Lucchesi ancora emozionato per questa bella giornata in Vaticano.

Seguici sui nostri canali