Attualità
NOVITA'

Bottegone: firmato il contratto per la realizzazione del nuovo Aquilone, uno spazio didattico 0-6. A breve l’avvio del cantiere

È prevista la demolizione del vecchio asilo nido e spazio gioco per farne uno completamente nuovo, utilizzando tecniche di bio-edilizia

Bottegone: firmato il contratto per la realizzazione del nuovo Aquilone, uno spazio didattico 0-6. A breve l’avvio del cantiere
Attualità Pistoia, 13 Maggio 2022 ore 15:15

Avrà inizio a breve l’intervento che prevede la realizzazione del nuovo asilo Aquilone, a Bottegone. Ieri mattina, infatti, l’Amministrazione comunale ha sottoscritto il contratto di appalto con la ditta aggiudicataria, che si occuperà di realizzare il nuovo stabile utilizzando tecniche di bio-edilizia. L'opera fa parte del programma di interventi per la riqualificazione urbana e sicurezza delle periferie denominata “Bottegone: dalla città lineare alla smart social city” e prevede la demolizione del vecchio asilo nido e spazio gioco per farne uno completamente nuovo.

Un milione e 800mila euro complessivi

L'iniziale cofinanziamento del Comune di Pistoia per la realizzazione dell’opera era di 300 mila euro, portati poi a 1.103.539 euro, cui si aggiungono 700 mila euro previsti dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, portando così le risorse complessive a 1.803.539 euro.
I lavori saranno eseguiti dall’impresa “Tecno Service S.u.r.l.”, che si occuperà prima di installare il cantiere e poi di procedere con la prima fase di demolizione.

Come sottolinea l’assessore all’edilizia scolastica del Comune di Pistoia, a differenza della vecchia scuola che era strutturata soltanto per la fascia di età “nido”, il nuovo Aquilone sarà rivolta ai bambini da 0 a 6 anni. Sarà un nuovo luogo di esperienze, giochi e confronto per bambini e famiglie di Bottegone. L’utilizzo della bioedilizia sarà un valore aggiunto perché permetterà di coniugare qualità edilizia, sicurezza antisismica e confort didattico.

L'edificio avrà un’area centrale multifunzionale, la zona accoglienza e l’area dedicata all’ingresso alle aule che, per trasmettere un senso di accoglienza appunto, sono state progettate con altezze contenute.

Tutta la struttura, compreso il tetto, sarà realizzata in legno (pareti e solai in legno massello), ottenendo così isolamento termico, comfort acustico ed eco-compatibilità, mentre per le sole fondamenta sarà utilizzato il cemento armato. Per quanto riguarda l'illuminazione, l'edificio avrà soluzioni che garantiscono un’ottima resa luminosa, con risparmi energetici di circa il 40% rispetto ad altre tecnologie. La costruzione, infatti, è stata strutturata e dimensionata in maniera da ottimizzare l’efficienza energetica.

Il progetto della nuova scuola prevede, poi, un impianto di riscaldamento a pavimento e infissi con isolamento termico e acustico. Nel rispetto dei criteri ambientali è previsto l’approvvigionamento energetico da fonti rinnovabili, con la presenza di un impianto fotovoltaico, il solare termico e le pompe di calore.

Nel rispetto della normativa sulla sicurezza idraulica, l'edificio sarà realizzato a 1,5 metri di altezza da terra, visto che la zona nel quale è costruito è classificata a rischio alluvionale.

Il progetto della nuova scuola si inserisce nella rigenerazione complessiva di Bottegone, che è stata resa possibile grazie al finanziamento di 18 milioni di euro che il Comune di Pistoia ha ottenuto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, a cui si aggiungono le risorse investite dall’Amministrazione comunale pari a oltre 9 milioni.

Queste risorse stanno consentendo al Comune di intervenire, oltreché sull’Aquilone, anche sulla viabilità principale e secondaria, sui percorsi pedonali e ciclabili, sulla scuola primaria e secondaria, sugli impianti sportivi, sugli ampi spazi a verde, nella realizzazione di due nuove piazze, sull’edificio dell'ex centro sociale Aquilone e sulle funzioni da ospitare al suo interno, sugli interventi di risanamento idraulico per mettere in sicurezza l’abitato rispetto ai rischi alluvionali.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter