Attualità
il progetto

Bando Pnrr per parchi storici, il Comune di Pistoia candida il Villone Puccini per 2 milioni di euro

Richiesta del Comune di Pistoia per poter ottenere 2 milioni di euro di finanziamento per il Villone Puccini: il commento dell'assessore Alessio Bartolomei.

Bando Pnrr per parchi storici, il Comune di Pistoia candida il Villone Puccini per 2 milioni di euro
Attualità Pistoia, 28 Marzo 2022 ore 16:15

Il Comune di Pistoia ha candidato il Villone Puccini al bando del Pnrr per i parchi storici. Si tratta di un finanziamento di 2milioni di euro che l’Amministrazione vuole intercettare tra i fondi messi a disposizione nell’ambito del Piano nazionale di ripresa e resilienza vincolati ai giardini di valore storico-culturale e ambientale, ovvero dei parchi storici.

Parchi storici, il Comune di Pistoia cerca fondi del Pnrr

Con la delibera passata al vaglio della giunta comunale guidata dal sindaco Alessandro Tomasi, è stato approvato il progetto elaborato dal servizio Verde pubblico del Comune, che ha permesso a Pistoia di essere tra i candidati dell’avviso per la presentazione di proposte di intervento per il restauro e la valorizzazione di parchi e giardini storici (missione 1 – digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura; componente 3 – cultura 4.0; misura 2 rigenerazione di piccoli siti culturali, patrimonio culturale, religioso, rurale; investimento 2.3: programmi per valorizzare l’identità dei luoghi, parchi e giardini storici finanziato dall’Unione Europea – NextGenerationUE).

Il progetto, per un ammontare complessivo di 2.200.000 euro, prevede il consolidamento delle sponde, la manutenzione straordinaria dell’isolotto al centro del lago, la riqualificazione dei due principali viali del parco, ovvero quello di ingresso (viale Ammiraglio) e quello che porta al lago (viale dei Lecci), nuove alberature ai margini dell’area verde, la riqualificazione delle porzioni di via della Pineta con un nuovo percorso alberato di accesso, dell’area del bocciodromo e di quella Belvedere-via della Pineta, il recupero delle aree di pertinenza della villa attraverso il nuovo disegno delle storiche zone a prato, oggi impropriamente asfaltate e carrabili, insieme al recupero della vegetazione del corridoio della “ragnaia” (ancora riconoscibile in direzione nord verso il lago). È inoltre previsto il restauro della torretta e delle sue strutture di pertinenza, così come degli elementi che delimitano il grande prato a sud della villa con muri di recinzione e statue. Verranno poi recuperati, in caso di finanziamento del progetto, l’area di parcheggio e, attraverso un’opera di ristrutturazione, l’edificio del bar, che rappresenta un presidio fondamentale per la sorveglianza, la sicurezza e i servizi all’interno del giardino. Infine il progetto prevede il rinnovo dell’impianto di irrigazione e di alimentazione delle fontane, il completamento degli impianti di illuminazione, la messa in sicurezza dei percorsi esistenti e il rifacimento della pavimentazione di tutti i camminamenti interni al parco (circa 7mila metri quadri di superfici interessate) e la realizzazione di un sistema di videosorveglianza.

Il Comune di Pistoia ha già realizzato una nuova area gioco e una area fitness al Villone e sta completando i lavori di rifacimento dei campetti sportivi. Adesso candida lo storico parco ai fondi Pnrr per un progetto ambizioso che, se finanziato, consentirebbe di valorizzare un patrimonio di indubbio valore per la città di Pistoia.

«La riorganizzazione degli uffici dei lavori pubblici attraverso il rafforzamento degli organici – dice l’assessore comunale Alessio Bartolomei - ha permesso nel tempo di riscoprire e rilanciare una capacità progettuale imponente e di partecipare e vincere tanti bandi nazionali ed europei che in questi anni sono usciti. Nel caso di specie voglio ringraziare l'ufficio verde pubblico che ha elaborato un progetto complessivo di ristrutturazione del parco del Villone Puccini del valore di 2,2 milioni di euro, per poterlo sottoporre al bando di finanziamento del pnrr riservato ai parchi ed ai giardini storici. L'incessante e silenzioso lavoro degli uffici tecnici comunali ci ha permesso di intercettare tanti milioni di euro che nei prossimi anni si tradurranno in opere che trasformeranno il volto della nostra città».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter