Menu
Cerca
Massa e cozzile

Aiuti, ecco 65mila euro per famiglie e imprese

Sono in arrivo a Massa e Cozzile importanti risorse per quanto riguarda famiglie e attività commerciali. Imprese, dunque, ma anche tanti privati

Aiuti, ecco 65mila euro per famiglie e imprese
Attualità Pistoia, 05 Giugno 2021 ore 16:00

Sono in arrivo a Massa e Cozzile importanti risorse per quanto riguarda famiglie e attività commerciali. Imprese, dunque, ma anche tanti privati.

L’amministrazione guidata dalla sindaca Marzia Niccoliha stanziato 65mila euro di fondi propri a favore di queste due categorie, per far fronte alla forte crisi dovuta alla pandemia.

Lo ha spiegato il consigliere di maggioranza Matteo Brizzi, che ricopre anche la carica di presidente della Commissione bilancio, ringraziando sia la sindaca che l’assessore Massimo Bicchi: «Hanno fatto un lavoro straordinario per erogare queste risorse che, ricordiamo, non arrivano da contributi nazionali o fondi regionali. A dimostrazione dell’ottimo stato di salute finanziario in cui versa l’ente massese».

Tra questi 40mila euro saranno i fondi destinati alle attività commerciali del comune che sono stati in qualche modo limitati da febbraio 2020 ad oggi: imprese, negozi, bar, ristoranti, agriturismi, centri estetici, parrucchieri «e tutti gli altri, nessuno escluso».

«Nello specifico – ha spiegato Brizzi – per le attività che sono state chiuse per più di trenta giorni, il comune erogherà contributi fino ad un massimo di 500 euro; mentre per le altre si arriverà sino a 250 euro. Sono cifre importanti che dimostra l’intento dell’amministrazione di non lasciare indietro nessuno».

Per presentare la domanda, inderogabilmente entro le ore 13.30 del giorno 16 giugno 2021, basterà scaricare il modulo sul sito del Comune o recarsi all’ufficio pubbliche relazioni.

Per le famiglie meno abbienti ecco gli altri 25 mila euro di risorse previste, stanziate sottoforma di buoni alimentari per quelle famiglie che, a causa della pandemia, si sono trovate in situazioni particolarmente disagiate.

«Nuclei familiari che hanno subito una riduzione delle entrate, o che hanno minori o soggetti fragili al loro interno. Per i criteri precisi basta recarsi sul sito del Comune. A queste famiglie, fino ad esaurimento delle risorse disponibili, saranno rilasciati dei buoni spesa che potranno essere usati nelle attività commerciali cittadine, il cui elenco è anch’esso presente sul sito internet. Raggiungiamo così un duplice scopo: aiutiamo lefamiglie in difficoltà, e facciamo sì che i soldi vengano fatti circolare all’interno del Comune».

Il valore del buono spesa si va così a concretizzare: in caso di un solo componente il buono sarà del valore di 80euro, mentre per nucleo familiare composto da due componenti salirà a 150 euro.

Oltre i due componenti si procederà in maniera proporzionale sino ad un massimo di 300 euro.

Intanto grazie al contributo messo a disposizione dalla Fondazione Cassa di Risparmio tramite il Bando Cantieri smart 2019 Misura 2 il Comune insieme a SPES scrl ha effettuato un intervento di riqualificazione energetica dell’edificio che si trova in via Belvedere n. 18/20.

L’edificio, che ospita 22 alloggi di edilizia residenziale pubblica, è stato oggetto nello scorso anno di lavori di efficentamento energetico conclusi nell’ottobre 2020.

Con l’importante contributo assegnato dalla Fondazione Cassa Di Risparmio di Pistoia e Pescia, di 100mila euro, è stato possibile eseguire interventi di isolamento dell’involucro esterno mediante la posa di cappotto termico sui solai al piano “pilotis” e nel sottotetto e il rifacimento completo della centrale termica con la sostituzione dei generatori esistenti con nuove caldaie a condensazione.