Attualità

A Pistoia il Weekend della conoscenza organizzato dalla Fondazione Caript

Appuntamento di formazione per un gruppo di quarantuno studenti delle scuole medie secondarie della provincia di Pistoia che fanno parte del progetto Accademia Giovani per la Scienza

A Pistoia il Weekend della conoscenza organizzato dalla Fondazione Caript
Attualità Pistoia, 01 Marzo 2022 ore 15:54

Sabato 26 e domenica 27 febbraio si è svolto il secondo fine settimana della conoscenza, appuntamento di formazione per un gruppo di quarantuno studenti delle scuole medie secondarie della provincia di Pistoia che fanno parte del progetto Accademia Giovani per la Scienza, promosso dalla Fondazione Caript a partire dall’aprile del 2019, ideato dal professor Ezio Menchi, componente del Cda di Fondazione e coordinato dalla Prof.ssa Maria Giuliana Vannucchi in qualità di direttrice scientifica.

All'Hotel Villa Cappugi

L’incontro si è svolto all’Hotel Villa Cappugi ed è iniziato nel pomeriggio di sabato con la narrazione teatrale dal titolo ‘Galileo e la Piera’, protagonisti Ilenia Ulivi e Stefano Lecci, responsabili delle attività didattiche del Museo Galileo di Firenze. La pièce è incentrata su un Galileo Galilei in versione inedita: nella rappresentazione il grande scienziato è impegnato con la domestica Piera a preparare una cena e a discutere di cibo, vino, questioni domestiche nonché di astronomia, nel tentativo di far comprendere all’interlocutrice il sistema copernicano. I contenuti della recita provengono dall’epistolario fra Galilei e la figlia prediletta, Virginia, badessa in Arcetri.

Nella mattina della domenica il professor Ezio Menchi e il professor Attilio Capponi, esperto di tecnologie e laboratori scientifici, hanno completato un percorso di approfondimento su “La meravigliosa storia della luce” iniziato nel mese di dicembre. La seconda parte della mattina è stata dedicata alla musica con il maestro Giorgio Guiot, musicista torinese, fondatore e direttore di cori, tra i quali il coro PoliEtnico del Politecnico di Torino. Con Guiot i giovani accademici sono stati coinvolti in un percorso di canto corale che li ha visti protagonisti.

Il prossimo appuntamento dell’Accademia sarà sabato 12 marzo a Uniser dove si svolgerà una lezione di informatica dal titolo Dominare i Big Data e non esserne dominati, con relatrice Luisa Spairani, imprenditrice di Torino. Tra gli eventi clou nel programma approntato per il 2022, ci saranno il campus residenziale al Centro Universitario di Bertinoro, in provincia di Forlì-Cesena, che si svolgerà dal 12 al 15 aprile e il campus residenziale al Convitto Bertoni di Udine, in collaborazione con l’Università di Udine, in programma dal 10 al 17 luglio.

Il progetto Accademia Giovani per la Scienza è rivolto a studenti dal secondo al quarto anno ed offre esperienze e percorsi formativi nell’ambito della matematica, della fisica e della chimica, delle scienze naturali e della vita, delle scienze sociali e informatiche, della storia e della filosofia della scienza. Il reclutamento avviene mediante bando pubblicato nel sito della Fondazione Caript nel mese di settembre di ogni anno. I futuri accademici vengono selezionati sulla base del merito scolastico, della vivacità degli interessi culturali e della curiosità per le discipline proposte, nonché attraverso un colloquio con i responsabili del progetto.

Tra gli obiettivi che la Fondazione si pone nel suo impegno per realizzare le iniziative dell’Accademia, è da sottolineare quello di offrire ai giovani partecipanti occasioni di socializzazione, di condivisione di esperienze significative e di tempo libero, come avviene sia nelle iniziative organizzate nei fine settimana che, in particolare, nei campus.

Dopo le pesanti restrizioni e limitazioni vissute dagli adolescenti a causa della pandemia, tali occasioni acquistano un valore particolarmente importante.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter