Attualità
NOVITA'

“30/10”: festa di Capex per i trent’anni di sue opere d’arte: a Montecatini i migliori tatuatori

Il 2 ottobre non è certo una data a caso, perché oltre alla ricorrenza dei trent’anni di attività di Capex, si festeggia anche il decimo anniversario di apertura del suo ultimo ed attuale studio in via Balducci

“30/10”: festa di Capex per i trent’anni di sue opere d’arte: a Montecatini i migliori tatuatori
Attualità Valdinievole, 29 Settembre 2021 ore 16:38

Era la fine degli anni ’80 quando Simone Capecchi, pistoiese del quartiere “Scornio", si iniziò ad interessare al tatuaggio e si marchiò con mezzi improvvisati da solo. Da lì in poi, quello che in quel tempo era un atteggiamento ribelle, vissuto in ambito popolare e con frequentazioni di ambienti come stadio e locali underground, è diventato la sua arte.

Talento, creatività, capacità, ma anche tanto studio abbinato al lavoro e ai numerosi viaggi che gli hanno permesso di scoprire e conoscere tradizioni di popoli indigeni come numerosi stili occidentali e orientali, oltre che prendere contatti con i migliori tatuatori del mondo, hanno segnato una storia che nel 2021, precisamente il 2 ottobre, taglia il traguardo dei 30 anni di attività di artista del tatuaggio.

Conosciuto come Capex

Simone Capecchi è ormai conosciuto da tutti come Capex, il suo nome d’arte che risuona a livello internazionale nel mondo del tattoo. Chiunque sia appassionato del disegno sulla pelle conosce le sue opere e la sua vasta cultura che ogni giorno trasmette ai suoi collaboratori e alle persone che si affidano a lui.

Il 2 ottobre non è certo una data a caso, perché oltre alla ricorrenza dei trent’anni di attività di Capex, si festeggia anche il decimo anniversario di apertura del suo ultimo ed attuale studio in via Balducci a Montecatini “Great Seal tattoo Lodge”, che ha visto nel tempo la presenza lavorativa come "guest artists" di tatuatori stranieri storici come Bernie Luther e Bill Loika solo per citarne alcuni.

“Sono contento di aver raggiunto questo traguardo sia personale, sia con lo studio - afferma Capex - è stata una strada molto lunga e non sempre semplice, ma che mi sta dando molte soddisfazioni. Ho puntato, fin da subito, alla ricerca e alla conoscenza, caratteristiche difficili 30 anni fa, sia per lo scarso materiale reperibile ai tempi, sia per il "silenzio" che si viveva allora, essendo il tatuaggio una pratica esclusivamente borderline. Per  poi, successivamente, dedicarmi con professionalità, all’accurata concentrazione sul disegno e sulla pittura, allo studio e alla continua ricerca di nuovi stili anche grazie alla possibilità di lavorare in convention internazionali, studi europei, americani ed orientali”.

Great Seal Tattoo Lodge racconta la storia di Capex, ma anche tante altre storie. È un mondo infinito, ispirato e positivo, dove vivere esperienze e restare con qualcosa di nuovo dentro e probabilmente sulla pelle.

“Insieme a me, per quanto riguarda lo studio di Montecatini, ho avuto e ho la fortuna di avere giovani artisti con un’ottima prospettiva professionale ed etica ed è anche grazie a loro che siamo arrivati fino a qua. Mi piace condividere il lavoro e vederlo mettere in pratica, oltre agli insegnamenti che ho cercato di trasmettere loro, fortuna che io purtroppo non ho avuto quando ero più giovane, perché dovevo girare il mondo per imparare e vedere all’opera i mostri sacri del tatuaggio, oltre che sperimentare con mezzi autocostruiti per cercare di migliorare sempre di più."

In occasione di questa doppia ricorrenza, Capex, ha organizzato una giornata di festa, con la possibilità di mangiare e bere a buffet, ascoltare musica con Dj set, ma soprattutto sarà una giornata dedicata al tatuaggio dalle ore 10 alle 19 allo studio Great Seal Tattoo Lodge.

La formula è quella del del “walk in”, una sorta di “porte aperte” con la possibilità di farsi tatuare senza prenotazione da Capex, dagli artisti dello studio, ma anche da altri che parteciperanno all'evento sia dall' Italia sia dall' estero, tra cui nomi importantissimi della storia del tatuaggio italiano come Marco Pisa e Gippi Rondinella. Un appuntamento speciale da vivere come una festa, ma anche una chance di poter vedere in un contesto come questo, tanti tatuatori che arriveranno da tutta Italia, dall' Olanda, dalla Germania, dalla Svizzera, insomma un evento da non perdere.