Altro
ambiente

“Second Life: tutto torna” tra arte e sostenibilità

Presentato il logo del concorso, cui è possibile partecipare fino al 15 novembre. Le opere selezionate in mostra a Firenze, Prato e Pistoia

“Second Life: tutto torna” tra arte e sostenibilità
Altro Pistoia, 07 Novembre 2021 ore 11:07

Nuovi linguaggi per parlare di sostenibilità e coinvolgere giovani e meno giovani sulle tematiche ambientali: con questo obiettivo Alia Servizi Ambientali SpA ha lanciato un concorso per giovani artisti, "Second life: tutto torna”, che porterà le opere finaliste in mostra in prestigiose sedi tra Pistoia, Prato e Firenze, a partire da dicembre 2021 per circa un anno.

Con un logo esemplificativo della creatività e del riuso dei materiali, con caratteri diversi incorniciati, Alia invita le artiste e gli artisti italiani o residenti in Italia, che non abbiano ancora compiuto i 29 anni alla chiusura del concorso, a misurarsi sul grande tema della salvaguardia del pianeta, della sostenibilità ambientale, del riciclo, riuso e recupero della materia, della valorizzazione degli scarti che ogni giorno produciamo nelle nostre case che, se ben differenziati e valorizzati attraverso una moderna rete impiantistica, possono avere una seconda vita e tornare ad essere utili limitando il nuovo spreco di risorse, inquinamento, emissioni.

Il concorso, cui sarà possibile partecipare fino al prossimo 15 novembre, è rivolto a coloro che vogliono cimentarsi nella realizzazione di opere sui temi sopra vitati, realizzate su qualunque supporto e con qualsiasi materiale (pittura, scultura, fotografia, audiovideo).

«Questo concorso si inserisce in un progetto di più ampio respiro – ha commentato Giuseppe Meduri, Direttore Relazioni Esterne, Comunicazione e Sostenibilità di Alia - per veicolare messaggi concreti e importanti attraverso linguaggi semplici e accessibili a tutti. Dopo aver scelto la musica, con il videoclip di Lorenzo Baglioni sulla raccolta differenziata presentato a Roma assieme al Ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani, il ritratto, con l’opera su Dante realizzata con scarti dall’artista inglese Jane Perkins ad oggi in esposizione al Museo Casa di Dante, le pillole informative satiriche interpretate dall’attrice toscana Gaia Nanni, questa "call for art” nasce come un appuntamento che vuole diventare una tappa fissa ed annuale dedicato a tutti i giovani artisti italiani che vogliono dedicare la loro opera ai temi della sostenibilità, avendo la Toscana, simbolo del binomio arte e bellezza, come loro palcoscenico. La sostenibilità è il grande tema del nostro tempo e Alia è lieta di poter dedicare una nuova attenzione a ciò che si muove nel campo artistico, investendo sulla creatività giovanile, offrendo luoghi espositivi prestigiosi in partnership con le principali istituzioni locali, valorizzando le opere in un percorso di mostre aperto ai ragazzi delle scuole, alle associazioni e a tutti i cittadini».

Curatore delle mostre e del progetto è il prof. Marco Meneguzzo, docente di storia dell’Arte all'Accademia di Brera con una straordinaria esperienza da curatore di mostre per le più importanti istituzioni pubbliche e private del nostro paese, che afferma: «Il ruolo dell'artista è quello di interpretare il mondo, guardando alle criticità e alle prospettive da un punto di vista diverso, in grado di muovere le emozioni e da lasciare un segno non effimero nelle coscienze. La società virtuosa deve favorire questa vera e propria "produzione di idee" rese oggetto: il confronto, la discussione, il commento che un concorso pubblico può favorire è impareggiabile».

Il bando, scaricabile nella sezione dedicata all’Educational sul portalewww.aliaserviziambientali.it prevede il termine della consegna del materiale cartaceo o informatico, con consegna e/o spedizione entro il 15 novembre 2021 presso Alia Servizi Ambientali Spa, Via Baccio da Montelupo 52 – 50137 Firenze, oppure all’indirizzo mail secondlife.alia@gmail.com. Una giuria, composta da autorevoli rappresentanti delle principali Istituzioni toscane del mondo dell’arte, valuterà tutte le candidature e selezionerà tra le 20 e le 30 opere finaliste - e tra queste le prime tre premiate - che troveranno spazio nelle mostre, nel catalogo ufficiale, nella vetrina online e in tutti gli altri canali di promozione e comunicazione.