Menu
Cerca
Il progetto

Progettate dal Comune due rotatorie tra via Fermi e lo svincolo della Tangenziale est: in arrivo i finanziamenti

In programma anche nuovi attraversamenti pedonali, la realizzazione di una pista ciclo-pedonale e un cordolo separatore della carreggiata all’altezza di via Galilei

Progettate dal Comune due rotatorie tra via Fermi e lo svincolo della Tangenziale est: in arrivo i finanziamenti
Altro Pistoia, 13 Febbraio 2021 ore 09:13

Due nuove rotatorie tra via Enrico Fermi e lo svincolo della Tangenziale est per rendere più sicura la viabilità principale di Sant’Agostino: questo il progetto elaborato dal Comune di Pistoia e che nei giorni scorsi ha ottenuto un importante finanziamento regionale. Dopo l’intervento realizzato nei mesi scorsi tra via Fermi e via Cellini, dunque, l’Amministrazione prosegue nell’elaborazione di soluzioni che possano risolvere le criticità della zona industriale in tema di viabilità.

Redatto dall’ufficio mobilità del Comune, il progetto di fattibilità per le due rotatorie di via Fermi ha partecipato a un bando della Regione Toscana per la sicurezza stradale nei centri abitati, ottenendo un finanziamento di 120mila euro; ulteriori 330mila euro saranno stanziati dall’Amministrazione comunale, che ha già individuato le risorse in bilancio. Si tratta, infatti, di un intervento da 450mila euro, particolarmente strategico per mettere in sicurezza lo svincolo. Con le due rotatorie saranno ripristinate tutte le possibilità di svolta, in particolare sarà consentita la svolta a sinistra, verso la città, per chi proviene dal tratto sud della Tangenziale Est, evitando la deviazione per via Neruda o la svolta a U in corrispondenza della rotatoria del Palazzetto dello sport; analogamente, chi proviene da nord potrà svoltare verso Sant'Agostino 2 e 3.

Nei prossimi mesi gli uffici comunali dovranno occuparsi degli stadi di progettazione successivi, passando quindi alla fase definitiva e poi esecutiva, dopodiché si potrà procedere con la gara per individuare la ditta che eseguirà i lavori. Come richiesto dal bando regionale, il progetto dovrà essere realizzato entro la fine del 2022.

«Per l’Amministrazione comunale l’attività di progettazione è particolarmente strategica, è il primo passo per arrivare a realizzare nuove opere e migliorare l’esistente – sottolinea Leonardo Cialdi, assessore alla mobilità –. Come già avvenuto per via Fermi e via Cellini, infatti, anche in questo caso avere in cantiere un progetto pronto e ben strutturato ci ha permesso di intercettare finanziamenti importanti per l’attuazione dell’opera. Non stiamo parlando soltanto della realizzazione di due rotatorie, ma anche di altre opere accessorie che permetteranno di diminuire i congestionamenti del traffico, di separare in modo ottimale i flussi pedonali da quelli veicolari e di migliorare l’arredo urbano della zona».

L’intervento consiste, quindi, nella realizzazione di due rotatorie all’intersezione tra via Fermi e lo svincolo Tangenziale Est, che saranno unite tra loro da un aiuola di raccordo. Previsto anche un cordolo separatore della carreggiata di via Fermi all’altezza dell’intersezione con via Galilei, in modo da mettere in sicurezza un’ulteriore punto critico per la viabilità. Considerato che si tratta di un’area a vocazione artigianale e industriale, la geometria dei due spartitraffico garantirà le manovre anche ai mezzi pesanti grazie a una fascia sormontabile. In programma anche nuovi attraversamenti pedonali e la realizzazione di una pista ciclo-pedonale.