CRONACA

Nella prossima settimana partiranno i lavori del comune di Pescia per la messa in sicurezza della Torre del Molinaccio

“Poi partirà un percorso parallelo che ci vedrà richiedere alla proprietà le somme spese per l’intervento, ma ora era importante mettere in sicurezza il manufatto, che risale al 1300 ed è un pezzo importante della nostra storia. Secondo i tecnici per questo intervento ci vorranno dai 10 ai 15 giorni lavorativi”

Nella prossima settimana partiranno i lavori del comune di Pescia per la messa in sicurezza della Torre del Molinaccio
Altro 17 Giugno 2021 ore 17:02

Come ha dichiarato l’assessore Aldo Morelli nel corso della conferenza stampa convocata urgentemente, nella settimana prossima inizieranno i lavori di messa in sicurezza della Torre del Molinaccio e quindi sarà possibile ipotizzare una data di riapertura della strada nel tratto attualmente interrotto.

Le novità

“Poi partirà un percorso parallelo che ci vedrà richiedere alla proprietà le somme spese per l’intervento, ma ora era importante mettere in sicurezza il manufatto, che risale al 1300 ed è un pezzo importante della nostra storia. Secondo i tecnici per questo intervento ci vorranno dai 10 ai 15 giorni lavorativi”

Alla conferenza stampa ha partecipato anche l’assessore del comune di Pescia Fabio Bellandi e il sindaco di Uzzano Dino Cordio “Sono presente perché molto interessato alla situazione, anche se la competenza non è nostra. Sono testimone dell’ottimo lavoro del comune di Pescia che non ha perso tempo. Ora è importante superare l’emergenza anche per quanto riguarda la viabilità e in una seconda fase mi piacerebbe partecipare a una forma di recupero di questo monumento”.

Questo il riepilogo dei fatti e dei provvedimenti ufficiali riguardanti il comune di Pescia da parte dell’ufficio tecnico comunale

 Una squadra del locale distaccamento dei Vigili del fuoco è intervenuta in data 09/06/2021 per verifica crollo tetto presso l’immobile in oggetto, denominato “Torre del Molinaccio”, contraddistinto all’Ufficio del Territorio di Pistoia al foglio n.96 mappale262;

 Rilevato, a seguito di sopralluogo congiunto eseguito in data 09/06/2021, che l’immobile presenta l’implosione totale del tetto con elementi lignei, costituenti l’orditura, in precarie condizioni di stabilità;

 Appurato che a seguito del crollo del tetto si sono verificati cedimenti e fessurazioni diffusi sulle murature perimetrali portanti che potrebbero collassare sulla sottostante strada provinciale “Francesca Vecchia” ed interessare anche le limitrofe attività commerciali;

 Preso atto che il responsabile dei Vigili del Fuoco, congiuntamente con il tecnico reperibile della Provincia, ha ritenuto opportuno ed in via precauzionale, interdire al traffico il tratto di strada provinciale che potrebbe essere interessato dal crollo del fabbricato con conseguente chiusura totale della viabilità;

 Verificato che l’immobile risulta di proprietà privata e nello specifico della Sig.ra Maria Cristina Rastrelli Granchi, residente in Via Giosuè Borsi civico 44 – Firenze - Galluzzo.

 Dato atto che con Ordinanza Sindacale n.23 del 10/06/2021 veniva ordinato alla proprietà, entro tre giorni dalla data di notifica, di provvedere:

a far eseguire una perizia tecnica da parte di un professionista abilitato che determini con precisione gli interventi provvisionali atte a garantire il ripetersi di nuovi fenomeni di distacco e di caduta di materiale. Ciò al fine di eliminare ogni fonte di pericolo per gli edifici circostanti nonché per la pubblica incolumità;

Di dare inizio agli interventi previsti nella perizia tecnica di cui al punto

 Appurato che la proprietà ad oggi risulta inadempiente e che con nota Prot.00021260 del 14/06/21 dichiarava l’impossibilità di procedere e di sostenere economicamente l’intervento di messa in sicurezza, demandando al Comune ogni attività necessaria;

 In data 15/06/2021 è stato eseguito un incontro con il responsabile di zona della Sovrintendenza per i beni architettonici di Firenze, Pistoia e Prato al fine di condividere e concordare le modalità di intervento sul fabbricato;

 Rilevato che la situazione attuale è tale da non consentire ulteriori indugi e che si rende necessario procedere, in sostituzione della proprietà, all’intervento di messa in sicurezza al fine di ripristinare i pubblici servizi interrotti e consentire il regolare svolgimento delle attività commerciali

 Ritenuto che le spese da sostenere per dare esecuzione d’ufficio ai lavori potranno essere anticipate dal Comune, con diritto di rivalsa e recupero coattivo delle stesse in danno dei proprietari inadempienti;

 In data 16/06/2021 è stata inviata richiesta formale all’Enel per il distacco della linea elettrica, sita in prossimità della torre, al fine di consentire con la massima sicurezza l’esecuzione degli interventi con una piattaforma elevatrice;

 L’Enel si è resa disponibile ad effettuare quanto richiesto per il giorno 22/06/2021

 In data 17/06/2021 è stato eseguito un sopralluogo congiunto con la ditta al fine di definire il posizionamento del cantiere e delle attrezzature

 In data 17/06/2021 è stata discussa la deliberazione di Giunta avente come oggetto: Autorizzazione all’esecuzione d’ufficio delle opere di messa in sicurezza dell’edificio denominato “Torre del Molinaccio”, con rivalsa sulla proprietà per le spese sostenute dall’Amministrazione – atto di indirizzo.

 In data 17/06/2021 verrà inviata alla proprietà la notifica di “Avviso esecuzione d’ufficio dei lavori prescritti con l’Ordinanza n°23 del 10/06/2021”, con la quale si comunica la data ed ora di inizio dei lavori di messa in sicurezza, nonché la relazione tecnica con l’importo totale dell’intervento;

 Il montaggio del cantiere è previsto per il 21/06/2021 (giorno precedente al distacco della linea elettrica).