I cani gli sbranano i polli: rischia una condanna

Dalla ragione infatti un contadino delle campagne di Quarrata potrebbe passare alla parte del torto.

I cani gli sbranano i polli: rischia una condanna
Pistoia, 13 Aprile 2019 ore 15:55

I fatti risalgono al 2016 e lunedì entrambi sono stati ascoltati dal giudice di pace di Pistoia

I cani gli sbranano i polli: rischia una condanna

La morte di tutti i suoi polli e conigli potrebbe costargli caro. Dalla ragione infatti un contadino delle campagne di Quarrata potrebbe passare alla parte del torto e solo a fine maggio saprà come andrà a finire questa vicenda.
Questo perché il padrone dei cani che hanno sbranato tutti i suoi animali, un noto commercialista di Quarrata, lo ha querelato per minacce.

I fatti
I fatti risalgono al 2016 e lunedì entrambi sono stati ascoltati dal giudice di pace di Pistoia.
«Abito in una casa in campagna – ha detto il commercialista – che è tutta recintata. Quel giorno (il 30 settembre 2016, ndr) stavo uscendo con uno dei miei tre cani, erano intorno alle 8.30, quando ho trovato un uomo attaccato come un ragno alla rete che circonda la mia casa. Poco distante ho visto una Panda bianca e ho immaginato che dai campi fosse arrivato con quella. Appena mi ha visto ha iniziato a inveire contro i miei cani dicendo che avevano ammazzato i suoi polli e i conigli. Mi ha detto: “Io glieli faccio fuori e anche a lei non gliela faccio passare liscia”».
Il commercialista, ha poi proseguito il suo discorso ascoltato dal giudice, dal pm e dagli avvocati delle parti oltre che dal contadino che aveva accusato.
«Il giorno dopo questa persona è venuta nel mio studio di commercialista. Appena l’ho visto arrivare dalla vetrata ho chiesto a una ragazza dello studio di rimanere in ufficio con me».
Questo perché come ha spiegato subito dopo lo stesso commercialista, non sapeva bene quali intenzioni avesse quest’uomo.
«Quel giorno entrò in studio e ribadì che i miei cani avevano ammazzato i suoi polli e io semplicemente gli spiegai che avevo un’assicurazione, gli dissi qual era, e gli dissi che poteva rivolgersi direttamente da loro».
Non un caso isolato come lo stesso commercialista ha spiegato lunedì al giudice di pace, perché i suoi cani erano scappati anche a giugno dello stesso anno.
«Nel periodo estivo io il fine settimana vado al mare e probabilmente quel giorno i miei cani erano scappati dal cancello poco prima che lo richiudessi per partire per il mare. L’accalappiacani quando mi aveva chiamato mi aveva confermato che avevano ammazzato i polli e i conigli di quest’uomo. Già a quell’epoca lui era venuto da me e io gli avevo detto di andare alla mia assicurazione e credo lui lo abbia fatto e sia stato anche risarcito con circa 600 euro. Per quello quando lo vidi a fine settembre pensai che si riferisse a giugno e che semplicemente non fosse soddisfatto di quello che gli avevano dato. Solo in seguito ho capito che invece erano scappati ancora e gli avevano preso tutti gli animali».

La versione del contadino querelato

Subito dopo è stato ascoltato il contadino querelato.
«Io lavoro nella tenuta della fattoria che confina con la sua casa. Per questo ho le chiavi ed è da lì che sono entrato come sempre. Io però non ho mai minacciato nessuno. Il 30 settembre l’ho trovato lì a controllare i cani e i danni che avevano fatto. C’era stato un altro episodio a giugno che era stato subito chiuso. Quel 30 settembre gli dissi solo che i suoi cani avevano ammazzato tutti i miei polli. Gli dissi che lui aveva i cani e io non avevo più nessun animale, di trovare un modo per metterci d’accordo. Il giorno dopo andai da lui in ufficio per sbrigare la faccenda, perché non mi pagava i danni la sua assicurazione».
Adesso quindi starà al giudice di pace decidere se ci siano state o meno le minacce da parte del contadino e solo a maggio l’uomo saprà se dalla parte della ragione passerà a quella del torto e, dopo aver perso polli e conigli, dovrà risarcire anche il proprietario dei cani per averlo minacciato o se invece non ci sia stata alcuna minaccia.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità