Altro
La stretta

Dodici denunce a Pistoia per inosservanza del decreto "anti-contagio"

Dopo i tre casi del primo giorno, salgono a 12 le nuove denunce per mancata osservanza degli obblighi del Decreto del Presidente del Consiglio sulle misure "anti-contagio" da coronavirus a Pistoia.

Dodici denunce a Pistoia per inosservanza del decreto "anti-contagio"
Altro Pistoia, 12 Marzo 2020 ore 12:27

Proseguono i controlli in attuazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo 2020, che ha esteso sull’intero territorio nazionale le misure di cui all’art. 1 del DPCM 8 marzo 2020 per cercare di attuare le operazioni di "anti-contagio", e da oggi anche in osservanza del DPCM del 11.3.2020 recante “Misure urgenti di contenimento del contagio”.

Controlli "anti-contagio", altre 12 denunce a Pistoia

Nella giornata dell’11 marzo sono stati sottoposti a controllo 377 persone e 160 esercizi pubblici. In particolare, sono state denunciate 12 persone per mancata osservanza delle misure per il contenimento della diffusione del virus COVID-19.

Al fine di fornire al pubblico un'informazione non solo corretta ma quanto più esaustiva possibile, si rappresenta che le sanzioni penali cui vanno incontro coloro che non ottemperano a quanto disposto dai Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri sono quelle previste ai sensi dell’articolo 650 del codice penale (inosservanza di un provvedimento di un’autorità), nonché la più grave – punibile anche solo per comportamento colposo - di cui all’art. 452 del codice penale e, inoltre, a quanto previsto dagli artt. 495 e 496 del codice penale (falsa attestazione o dichiarazione a Pubblico Ufficiale e false dichiarazioni sulla identità o su qualità personali proprie o di altri).

Infine, per quanto concerne la violazione degli obblighi imposti a carico dei gestori di pubblici esercizi o di attività commerciali, tali comportamenti sono altresì sanzionati con la chiusura dell'esercizio o dell’attività da 5 a 30 giorni. In questi casi, tale violazione è accertata dalle Forze di Polizia e la sanzione è irrogata dal Prefetto.

Seguici sui nostri canali