Altro
Iniziativa

Abetone-Cutigliano Città toscana dello sport 2022

Formento: “Grazie alla proposta di legge del Consigliere regionale Diego Petrucci. Potrebbe essere un’opportunità per far ripartire l’economia del nostro territorio e della montagna pistoiese”.

Abetone-Cutigliano Città toscana dello sport 2022
Altro Montagna, 20 Novembre 2021 ore 18:46
Un’opportunità senza precedenti per il Comune di Abetone Cutigliano che potrebbe diventare il prossimo anno Capitale ovvero Città toscana dello sport. Dopo un inverno con gli impianti e le attività chiuse a causa della pandemia, questa assegnazione potrebbe essere un’occasione per rilanciare il territorio e far ripartire l’economia.
“Abbiamo portato in consiglio comunale questo atto di indirizzo proprio alle porte della nuova stagione invernale come segno di ripartenza – dichiara l’Assessore al turismo Andrea Formento- Grazie alla proposta di legge del Consigliere regionale Diego Petrucci, che auspicava l’assegnazione di Capitale toscana della Cultura al nostro comune come riconoscimento per la stagione invernale persa, ci verrà conferita l’assegnazione di Capitale toscana dello Sport. Questa iniziativa, insieme a molte altre, potrebbe essere un’opportunità per far ripartire l’economia del nostro territorio e della montagna pistoiese. Consentirà ad Abetone Cutigliano di essere al centro dell’attenzione mediatica e ad un alto livello per tutta la comunità della Toscana. Inoltre, il 2022, sarà il settantesimo anniversario della vittoria olimpica ad Oslo di Zeno Colo’: una ricorrenza che si collega alle Olimpiadi invernali in Cina e che quindi avrà ancora più rilevanza.”
“Un’iniziativa davvero molto valida –interviene il Capogruppo di maggioranza Andrea Tonarelli– alla quale abbiamo creduto fin dal primo momento e oggi esiste una proposta di legge in Regione Toscana. Abetone Cutigliano ha una grande importanza in ambito sportivo e lo dimostra il fatto che l’unico oro olimpico in discesa libera sia stato vinto da un cittadino di Abetone. Abbiamo dei giganti in questo territorio e dobbiamo valorizzarli al massimo. Anche il Museo dello sci è stato per anni una grave mancanza per la nostra montagna: ad oggi è un’iniziativa culturale importantissima, attrattiva per turisti e cittadini che partecipano attivamente non solo visitandolo e promuovendolo ma cercando continuamente nuovi oggetti da esporre.”
Durante il Consiglio comunale è stato inoltre conferito un riconoscimento a Elena e Egiziano Sichi, proprietari dell’Albergo “Alpino” di Pian di Novello per i 50 anni di attività. Un traguardo molto importante soprattutto per chi, come i primi proprietari Luca e Celestina, anni fa ebbe la lungimiranza di avviare un’impresa ricettiva in questo territorio, rendendolo una meta turistica di livello insieme a molti altri. Il ringraziamento più sentito oggi va agli imprenditori e alle imprenditrici più giovani che portano avanti queste attività nonostante tutte le difficoltà.
“Vorrei ringraziare tutti i ragazzi giovani come Elena –dichiara il Sindaco di Abetone Cutigliano Marcello Danti- che con la loro voglia di fare portano avanti queste attività. Il futuro della nostra montagna è nelle loro mani perché non possiamo contare sempre sulle generazioni che hanno dato vita e lustro al nostro territorio. È bello vedere che il loro testimone viene raccolto da chi viene dopo, continuando a vivere e a creare un’offerta in montagna.”
“Un riconoscimento che va anche a chi non c’è più –commenta il Presidente del Consiglio comunale Diego Petrucci-. Cinquanta anni fa è stata creata questa struttura ricettiva e turistica ed è grazie a persone come Luca E Celestina che questa montagna è diventata diversa; tante persone come loro iniziarono a creare qualcosa, trasformando un bellissimo centro disabitato in una meta turistica. Tutta questa fatica viene portata avanti da giovani come Elena che, nonostante il periodo difficile, ha comunque la voglia di fare il proprio lavoro.”