LIBERAZIONE

25 aprile, le celebrazioni di oggi a Quarrata, Montecatini, Monsummano, Pescia: il Pd polemico a Pistoia

Celebrazioni in forma ristretta un po' in tutta la provincia: la protesta del Pd di Pistoia per le...poche informazioni della giunta Tomasi, "Bella Ciao" a Monsummano in omaggio a Yves Montand.

25 aprile, le celebrazioni di oggi a Quarrata, Montecatini, Monsummano, Pescia: il Pd polemico a Pistoia
Piana, 25 Aprile 2020 ore 16:03

Giornata di festeggiamenti ristretti in tutta la provincia per la Liberazione. Il coronavirus ha sconvolto i piani, come si sapeva. Non sono mancate però le celebrazioni, come a Quarrata, a Montecatini, a Serravalle, a Monsummano e a Pescia: a Pistoia c’è stata la protesta del Pd di Pistoia per le…poche informazioni della giunta Tomasi sulla giornata odierna.

Quarrata

Stamattina alle 11.00 in piazza Risorgimento si è svolta in forma privata la cerimonia per la Festa della Liberazione dell’Italia dal Nazifascismo. La cerimonia è stata trasmessa in diretta Facebook sulla pagina Città di Quarrata e sul profilo Fb del Sindaco per permettere a tutti i cittadini di assistervi. Nel suo discorso, il Sindaco di Quarrata Marco Mazzanti ha ricordato come il Sistema sanitario nazionale, di cui in questi giorni abbiamo colto la fondamentale importanza, sia stato costituito grazie alla prima ministro donna della Repubblica Italiana, Tina Anselmi, partigiana, staffetta nella Resistenza veneta con il nome di battaglia “Gabriella”.

Ha inoltre espresso l’auspicio che il mondo sia in grado di “ascoltare il segnale di allarme che anche questa emergenza ci ha posto di fronte e di riuscire a ripartire innescando un modello di sviluppo nuovo, che sia rispettoso delle persone e del pianeta. Dai partigiani che fecero la Resistenza, da coloro che ricostruirono il nostro Paese dalle macerie della guerra e della dittatura fascista, dobbiamo imparare ad avere sguardi lunghi e pensieri lungimiranti, che ci permettano, come loro hanno fatto nei nostri confronti, di lasciare ai nostri figli e nipoti, un mondo migliore di come lo abbiamo trovato”.

Il Pd di Pistoia

“Da alcuni anni a Pistoia il 25 aprile è diventato un tabù. Quest’anno si è avuta anche la scusa del Coronavirus per dare a questa data la minor importanza possibile nella nostra città. Una cerimonia in forma privata di cui nessuno sapeva neanche l’orario, nessun intervento, un generico post su Facebook sono tutto quello che Pistoia, medaglia d’argento per la Resistenza, ha avuto per celebrare la memoria di chi è caduto per liberare l’Italia”.

E’ la protesta del gruppo del Partito Democratico di Pistoia, in risposta al post del  sindaco Tomasi.

“Eppure, durante l’ultimo consiglio comunale avevamo chiesto di poter condividere con i gruppi consiliari alcune iniziative che rispettassero le norme sanitarie pur celebrando doverosamente un 25 aprile del tutto particolare: i 75 anni dalla liberazione, l’anniversario della nascita di Silvano Fedi – ha proseguito il Pd – Già, Silvano Fedi: proprio quella figura che ha visto l’astensione di Fratelli d’Italia e di parte di Lega e Forza Italia per il conferimento della cittadinanza illustre. Gli stessi Partiti che in Parlamento sono rimasti seduti durante la celebrazione della Liberazione.

Pistoia merita davvero di meglio: non fosse altro per il rispetto della sua memoria, della sua storia, del suo cuore. Viva la Liberazione, buon 25 aprile ai pistoiesi”, è l’intervento dell’opposizione alla giunta Tomasi.

Montecatini Terme

“Il 25 aprile, 75° anniversario della Liberazione, è stata quest’anno diverso perché, a causa dell’emergenza sanitaria, in tutta Italia non si sono svolte le tradizionali cerimonie aperte al pubblico”. Il ricordo è importante e il Sindaco Luca Baroncini assieme ai Presidenti dell’ANPI e ANMIG delle Sezioni di Montecatini Terme e del Comandante della Polizia Municipale, alle ore 12:30 del 25 aprile, ha deposto una corona di alloro al Monumento in memoria dei partigiani in Piazza del Popolo e a quello dei Caduti di tutte le guerre in Viale Verdi, ricordando tutti coloro che hanno perso la vita per la libertà.

Non hanno potuto partecipare, come di consueto, le altre autorità e i cittadini, nel rispetto delle disposizioni per il contenimento del contagio da Coronavirus, ed essendo vietata qualsiasi forma di assembramento della popolazione. Le corone di alloro sono state gentilmente donate da un socio dell’Associazione Nazionale Mutilati ed Invalidi di Guerra (ANMIG) di Montecatini Terme.

Monsummano Terme

Il sindaco De Caro ha deposto questa mattina tre corone d’alloro in tre differenti luoghi: alla Basilica di Monsummano, a Montevettolini e a Cintolese. “Un piccolo gesto di grande rispetto e affetto per tutti coloro che negli anni hanno dato la vita per la nostra libertà. Una comunità che si trova ad affrontare una guerra diversa e si stringe nel ricordo di chi a lottare ci ha insegnato, oltre l’io per il noi”.

Ma il momento più toccante è stato “Bella Ciao”, un omaggio al grande Yves Montand proprio dal teatro che porta il suo nome. Ecco il video

 

 

Pescia

Celebrazioni anche nella città dei Fiori: il sindaco Giurlani ha prima deposto una Corona ai Caduti al Cimitero Centrale, successivamente si è recato alla Chiesa di San Francesco, poi al Monumento ai caduti sul viale Garibaldi e alle 12 è stato al Sacrario del palazzo comunale con la deposizione della Corona , il suono della campana della Memoria e il discorso ufficiale. Ecco il video.

 

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità